GUIDO COZZI FOTOGRAFO, fine art

La mia carriera fotografica ha percorso e scavalcato molti crinali: tra pellicola e digitale, tra narrazione e astrazione, tra ricerca e estetica. E a cosa serve camminare sui crinali, se non a gettare uno sguardo diverso sul mondo?

LANDSCAPE PHOTOGRAPHER

146661.jpg

PANORAMA

Una selezione da un monumentale lavoro sul paesaggio della Toscana, formato da un miracoloso equilibrio tra Storia e Natura e tramandato fino a noi grazie a una oculata gestione del territorio antropizzato. Le immagini, tutte in formato panoramico, ricordano le ambientazioni e le luci dei grandi pittori del Rinascimento e sono state usate per realizzare tre edizioni consecutive del prestigioso calendario gigante della rivista Geo Saison.

 
204491.jpg

BEIRUT

Un lavoro sul Cambiamento, l'unica certezza dell'esistenza.

36 fotografie in pellicola invertibile scattate a Beirut – città dove a più riprese ho avuto una significativa esperienza umana e professionale – sono state trattate con 36 diversi bagni utilizzando soluzioni contenenti elementi che avevo raccolto in loco. Elementi con un loro carico poetico, ma anche con una rilevante valenza chimica: acqua del mare lungo la Corniche, polvere dei palazzi ancora sbriciolati dalle pallottole, terra della “Linea Verde”, foglie, erba, sabbia e sassi...

Il degrado forzato della pellicola – simulacro dello scorrere del tempo - ha deformato il supporto e con questo l'immagine finale: Il risultato non è altro che la rivelazione delle nostre previsioni più ovvie, ma con una sorpresa: la metamorfosi verso la distruzione passa talvolta attraverso stati di inatteso equilibrio estetico.

 
229651.jpg

BOTTEGHE

Per la prima volta nella storia della città, a Firenze sono rimasti poche decine di artigiani. Il progetto "botteghe" consiste nel documentare i luoghi di lavoro (le "botteghe", appunto) nella loro quotidianità, senza nessuna alterazione di luci o oggetti.

L'artigiano è assente, se ne intuisce la presenza, ma non è dato sapere se e quando tornerà. La bottega e vuota, silenziosa testimone della graduale scomparsa dei lavori tradizionali e con loro, della secolare cultura del "saper fare".

 
353454.jpg

WALLPAPER

Raramente un lavoro mi ha dato tanto senso di libertà. L'unico vincolo di questo progetto  è stata la diffcoltà tecnica di produrre immagini da stampare in dimensioni importanti, tanto da coprire una parete. Il resto è stata fantasia, ricerca, gioco, sperimentazione.

 
206161.jpg

VEGETABLE CHIC

Forme quotidiane che si sviluppano in armonia con le leggi della natura, secondo le quali la bellezza prende forma dalla funzione. Per estremizzare l'estetica dei soggetti il fotografo ha sezionato frutta e verdura scattando in controluce su un tavolo luminoso, ritrovando una continuità estetica tra il dentro e il fuori, tra sostanza e apparenza, tra l'anima e il corpo.

 

PIAZZA DELLA SIGNORIA 

SEZIONE AUREA

Due esercizi di stile che recuperano in chiave digitale antiche tecniche di camera oscura, restituendo alle architetture il sapore del bozzetto originale e alle sculture la sintesi tra forma e essenza delle opere.